Dopo la consueta lunga pausa estiva eccomi tornato su queste pagine. La ferie quest’anno sono servite anche per un piccolo restyling del negozio siete già passati a vedere le novità??
Mettendo da parte i convenevoli veniamo al dunque, visto che siamo ancora in estate (anche se questo 2014 ce lo ricorderemo per le piogge) mi sembra giusto e doveroso pubblicare una ricetta di carne alla brace.

Spesso quando si organizza un barbeque si pensa sempre ai soliti pezzi di carne: hamburger, bistecche costine e salsicce. Questa volta  invece voglio parlarvi di qualcosa di diverso e originale che arriva da lontano addirittura oltre oceano ovvero la 
Picanha!
Era da parecchio tempo che volevo parlare di questo taglio, tutto ebbe inizio quando pubblicai il post didattico sulla Pezza di ManzoInfatti fra i vari commenti mi veniva chiesto se fosse il pezzo adatto per la picanha. Incuriosito da tale domanda feci varie ricerche sia in rete che off line ed infine sono arrivato a conclusione che il pezzo necessario per la Picanha è la fascia di pezza.

Questo pezzo non è facile da trovare poiché generalmente viene tagliato quando è attaccato alla pezza e viene fatto a fettine. Tuttavia si può ordinare e richiedere solo quella parte. Altri termini che indicano la fascia di pezza possono essere “codone” “culatta” “scamone” per altri dettagli vi rimando al link precedente.

In Brasile la picanha fa parte del churrasco ovvero la grigliata mista di carne, qui si possono trovare vari tipi di carne dal cuore di pollo (coração de frango) alle puntine di manzo (costela de boi) alla lonza di maiale (lombinho)  e molto altro, ma di sicuro il piatto forte è rappresentato appunto dalla picanha.

La particolarità è il modo di cottura: infatti la carne va infilzata in una “spada” arrostita e quindi portata in tavola e affettata direttamente dallo spiedo. In Brasile viene cotto tutto il pezzo intero compreso anche lo spesso strato di grasso che lo avvolge e che in totale ha il peso di circa 2 kg.
Ovviamente questo è improponibile per una cucina di casa ma anche per un griller agguerrito. Ho cercato di risolvere questo problema tagliando la fascia di pezza in “strisce” regolari  da circa 10 cm.
Con  spiedo d’acciaio tipico da barbeque ( circa 35 cm. di lunghezza) ho infilzato le due estremità piegandola leggermente, condito come da tradizione solo con del sale grosso l’ho messo sulla griglia del bbq per pochi minuti su entrambi i lati.
Quindi ho portato in tavola e tagliato a fettine, pronto da mangiare subito prima che si freddi.
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *